Indicizzazione delle pensioni. Ricorso alla CEDU


Madia2_55682820

Roma, 15 febbraio 2018
Circolare n. 42 /ldd

Ritorniamo sulla vicenda relativa alla mancata indicizzazione delle pensioni nel biennio 2012-2013, oggetto di valutazione della Corte Costituzionale (Sent. n. 250/2017) che, come è noto, ha invece ritenuto legittima la normativa scrutinata (DL 65/2015).

E’ sorta infatti la necessità di valutare l’opportunità, o meno, di proseguire il contenzioso innanzi alla Corte di Giustizia Europea (CEDU), in conseguenza delle sollecitazioni ricevute da più parti stante le notizie che circolano su internet.

Al riguardo, riteniamo che non sussistano sufficienti argomentazioni idonee per sostenere un ricorso innanzi alla CEDU, pertanto raccomandiamo a ogni singolo pensionato, interessato alla vicenda, di valutare attentamente sia i costi che la fattibilità del ricorso, per evitare di essere coinvolto in un contenzioso “di massa” che potrebbe essere privo di benefici concreti.

Cordiali saluti.

Patrizia Volponi
Il Segretario Nazionale

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...