Tpl, sindacati: l’accordo col Mit del 12 giugno è tutt’altro che carta straccia Roma, 5 luglio – “Registriamo con soddisfazione che i contenuti dell’accordo del 12 giugno, siglato dai sindacati con il Ministero dei Trasporti, relativo all’interpretazione delle norme contenute nel dl. 50/2017 sono stati inseriti nei lavori parlamentari”, ne danno notizia Filt-Cgil, Fit-Cisl UilTrasporti, Faisa-Cisal e Ugl.“Quell’accordo, infatti – proseguono le sigle sindacali – interviene sulla clausola sociale e sull’uso del personale inidoneo. Nel caso di cambiamento del soggetto gestore del servizio, oggetto del trasferimento dovrà essere tutto il personale, ad eccezione dei soli dirigenti; il trasferimento del personale deve avvenire senza soluzione di continuità, in quanto si tratta di prosecuzione dell’originario rapporto di lavoro con la relativa conservazione di tutti i diritti acquisiti. In caso di trasferimento l’azienda subentrante garantirà l’applicazione del ccnl nazionale di settore e il contratto di secondo livello o territoriale applicato dal gestore uscente. Inoltre, con l’intento di evitare un possibile “vuoto legislativo” e nelle more della sua contrattualizzazione potrebbe anche essere ripristinato il regio decreto legge 148/31. Quanto al personale inidoneo, è stabilito che sarà reimpiegato anche nell’attività di contrasto all’evasione tariffaria”.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...