Congedo obbligatorio papà Ecco come funziona


conquiste n 67 del 07-04-2017.jpg

Schermata 2017-03-22 alle 13.39.04

Il congedo obbligatorio per il padre lavoratore dipendente è stato prorogato anche per nascite e adozioni/ affidamenti avvenuti nel 2017 e nel 2018: il papà deve astenersi dal lavoro per 2 giorni per il 2017 e 4 per il 2018. Inoltre, il prossimo anno sarà possibile, in via facoltativa, restare a casa con il bebè per un ulteriore giorno, previo accordo con la madre e in sua sostituzione, in relazione al periodo di astensione obbligatoria che le spetta. Questo tipo di congedopotrà essere fruito solo per il 2018 e non per l’anno in corso. I giorni di congedo (obbligatorio e facoltativo) possono essere goduti anche in via non continuativa, entro i 5 mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso di adozione/ affidamento nazionale o internazionale) del minore. Il congedo obbligatorio è un diritto proprio del papà, a prescindere dalla situazione occupazionale della madre ed è fruibile anche contemporaneamente e in aggiunta al congedo di maternità della lavoratrice. Inoltre, è riconosciuto anche al lavoratore che fruisce del congedo di paternità. La generalità dei lavoratori, che per accedere al congedo – non frazionabile ad ore – comunica al proprio datore di lavoro i giorni richiesti, con un anticipo di almeno 15 giorni (se la richiesta si riferisce alla nascita, si prende a riferimento la data presunta del parto) in forma scritta, non deve presentare domanda all’Inps. Sarà poi l’azienda a comunicare all’ente le giornate di congedo utilizzate. Sono invece tenuti a fare richiesta all’isti – tuto di previdenza i lavoratori per i quali il pagamento delle indennità è erogato direttamente dall’ente, cioè i percettori di Naspi, di indennità dimobilità, del trattamento di integrazione salariale a carico della cassa integrazione guadagni e coloro che si collocano nel periodo di 60 giorni dalla sospensione o cessazione del rapporto di lavoro. Il padre lavoratore dipendente ha diritto, per i giorni di congedo, ad un’indennità giornaliera a carico dell’Inps, pari al 100% della retribuzione, anticipata dal datore di lavoro. Per la consulenza e l’assistenza necessarie, rivolgiti alla più vicina sede dell’Inas Cisl: gli indirizzi si trovano su http://www.inas.it, oppure chiamando il numero verde 800 249 307. Ricordiamo che la consulenza offerta dall’Inas è assolutamente gratuita.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...