Somma aggiuntiva pensioni (c.d. quattordicesima) – Msg. Inps 1366/2017


Schermata 2017-03-24 alle 09.55.51Roma, 30 Marzo 2017

 

Cari amici,

      con messaggio n. 1366 del 28 marzo 2017, l’INPS ha fornito le indicazioni operative per l’attribuzione, a partire dal 2017, della somma aggiuntiva prevista dalla legge 127/2007 (cosiddetta “quattordicesima” pensioni) . Come anticipato in precedenti nostre circolari, per effetto di quanto contenuto nell’accordo pensioni del 28 settembre scorso, la legge n. 232/2016 all’articolo 1 comma 187 ha infatti previsto l’aumento dell’importo di questa prestazione e l’ampliamento della platea degli aventi diritto.

      Si tratta di una misura importante per sostenere l’adeguatezza degli assegni pensionistici di valore contenuto dei pensionati di età pari o superiore a 64 anni, fortemente voluta dal sindacato e che contiene significativi elementi di equità poiché la somma, oltre ad essere legata al reddito complessivo individuale, è crescente in relazione agli anni di contributi versati. Beneficeranno dell’aumento della prestazione circa 2.124.000 pensionati, mentre sono stati stimati in 1.250.000 i nuovi beneficiari, per una spesa di 800 milioni all’anno per tre anni.

      Con detta norma, la somma aggiuntiva è stata aumentata del 30% per gli aventi diritto con reddito complessivo individuale entro 1,5 volte il trattamento minimo (nel 2017 il tetto è quindi pari a 9.786,86 €). Mentre è stata attribuita per la prima volta, con il tradizionale importo, per i pensionati con reddito complessivo individuale da 1,5  a 2 volte il trattamento minimo (vale a dire entro 13.049,14 €). In relazione ai nuovi parametri la legge ha anche rimodulato la “clausola di salvaguardia” che consente di non perdere il diritto alla “quattordicesima” nel caso in cui il reddito sia di poco superiore ai citati limiti.

      Il pagamento della somma aggiuntiva sarà effettuato d’ufficio con la rata pensionistica del mese di luglio per chi compie 64 anni entro giugno 2017 e con la rata di dicembre 2017 per chi compie tale requisito anagrafico nel secondo semestre dell’anno.

      Per i dettagli degli importi vi rinviamo alla lettura del messaggio INPS, invitandovi ad indirizzare gli interessati al Patronato INAS-CISL per l’eventuale assistenza.

  • Fraterni saluti.
  • Il Segretario Confederale
  •    Maurizio Petriccioli

Messaggio numero 1366 del 28-03-2017

Dpf_180_17 Prensioni-Quattordicesima

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...