Ultima Fermata

treno cisl

Costola rotta e forte contusione facciale. Questo il referto dell’ennesima violenza subita da un capotreno impegnato ad eseguire i controlli dei biglietti a bordo del treno Minuetto della Valsugana.

La Federazione Sindacale FIT-CISL del Trentino chiede all’azienda Trentino trasporti Esercizio S.p.A. l’immediata applicazione, anche ai capitreno della Ferrovia Trento Malé e Ferrovia Trento-Bassano, dell’ articolo 6.3 del “Manuale per il personale viaggiante extraurbano” che prevede, nel caso un viaggiatore fosse trovato sprovvisto di titolo di viaggio, ad invitarlo esplicitamente a non utilizzare la corsa e se ciò non accadesse, l’autista procederà ugualmente a emettere regolare biglietto fino al capolinea (da annullare nel caso l’utente scenda senza averlo pagato tenendo presente il limite dei 10 biglietti emessi previsti per l’annullamento). In questi casi l’autista/bigliettaio segnalerà quanto successo agli Addetti all’Esercizio (normalmente quello di zona), appena possibile anche in corso di linea, e procederà, se richiesto, alla successiva compilazione di rapportino che sarà trasmesso al Servizio Extraurbano, con allegato copia del biglietto e dell’annullato o abbonamento ritirato fornendo elementi utili al fine dell’eventuale identificazione del cessionario…(omissis)…Dovrà essere evitato qualunque comportamento che possa pregiudicare l’incolumità e la sicurezza dei passeggeri (compresa la persona che ha commesso l’infrazione) e la propria.

Un’alternativa possibile è quella di effettuare i controlli dei titoli di viaggio a terra solo e se in presenza di Polizia Ferroviaria armata. Sempre che questi si rendano disponibili a ‘pigliarle’ al nostro posto, come già accaduto una settimana fa.

Queste le proposte che la FIT-CISL del Trentino ha portato tavolo aziendale. L’azienda dal canto suo si riserva di sottoporre le richieste alla Provincia Autonoma di Trento. Chiaro è che, per salvaguardare l’incolumità dei lavoratori, se non riceveremo risposte immediate ad una situazione di grave rischio attiveremo le procedure di raffreddamento per poi arrivare allo sciopero della mansione di controlleria.