Ennesima aggressione ai danni di un capotreno di Trentino trasporti esercizio s.p.a..

Oggi a poco più di una settimana di distanza, si è consumata l’ennesima aggressione ad un lavoratore.

Questa situazione non è più tollerabile,  non è più tollerabile da parte di nessuno!!

L’azienda in primis le istituzioni tutte, devono farsi carico in maniera seria della questione sicurezza!!

I lavoratori non ne possono più di operare in un regime di anarchia sociale, non si sentono tutelati dall’azienda e dalle istituzioni.

Per questo la FIT CISL ha richiesto un’incontro urgente alla TTE s.p.a. , nel quale richiederemo l’immediata sospensione della controlleria.

Tale mansione verrà ripresa, solo e quando l’azienda e le istituzioni, si impegneranno in maniera tangibile,nell’eliminazione del fenomeno delle aggressioni.

Se nel l’incontro con l’azienda non riceveromo impegni tangibili ed immediati, saremmo costretti nostro malgrado ad attivare le procedure di raffreddamento (sciopero).