Verbale di accordo scritto dalle Federazioni Sindacali ed oggetto di discussione con l’azienda il 22 settembre


VERBALE DI ACCORDO
tra
Trentino trasporti esercizio S.p.A. e le OO.SS.
(Bozza)

Premesse

Conformemente alla evoluzione del quadro normativo nazionale è venuto meno il principio della eccezionalità del modello in house per la gestione dei servizi pubblici locali anche in ambito nazionale) e comunitario, ma la scelta di ogni Ente Locale sulle modalità di organizzazione dei servizi di TPL ed in particolare l’opzione tra modello in house e ricorso al mercato, deve basarsi sui consueti parametri di esercizio delle scelte discrezionali, vale a dire:

– valutazione comparativa di tutti gli interessi pubblici e privati coinvolti;

– individuazione del modello più efficiente ed economico;

– adeguata istruttoria e motivazione

In tale ottica, la modalità di affidamento tra quelle possibili impone un onere particolarmente pregnante di motivazione, assumendo a base analisi comparative con altre aziende del settore sui profili del costo di produzione (componente principale su cui operare per garantire quantomeno il mantenimento degli attuali servizi), ma non solo, connessi alla erogazione dei servizi di trasporto locale, al fine di verificare se la modalità di esercizio in house attuale a Trentino trasporti esercizio (con relativi profili qualitativi e di costo) sia tale da supportare, motivatamente, la prosecuzione dell’affidamento in luogo di eventuali altre forme di affidamento.

Sulla base di quanto sopra le Parti convengono di attivare le misure di seguito indicate:

– affidamento in house fino al 30 giugno 2019 dei servizi urbani ed extraurbani su gomma e ferrovia, ferma restando la possibilità di ulteriore prosecuzione;

  • definizione di una dotazione di organico medio ad invarianza di servizi per il quinquennio 2015-2019 pari a 291 agenti di guida per i servizi urbani di Trento e Rovereto pari a 446 agenti in guida per i servizi extraurbani, con possibilità di variazione provvisoria dei suddetti numeri (291 e 446) in percentuale massima del 2% su base annuale in relazione ad esigenze di esercizio ed in ogni caso non superiore al 2% nel quadriennio;

– fissazione di un limite al subaffidamento nella misura del 10 per cento, calcolata assumendo le percorrenze per corse di linea affidate agli stessi sulle percorrenze totali di linea extraurbane;

Per tutto quanto non compreso nel presente accordo troveranno applicazione le precedenti regole.

  • trasformazione del tempo di “Agente unico” pari a 24 minuti (di cui all’accordo Atesina S.p.A. di data 16 dicembre 1975, così come modificato dall’accordo Atesina S.p.A. di data 11 maggio 2001 nella misura di 24 minuti per il servizio urbano) in “minuti di prestazione effettiva” per incremento chilometrico rispetto alla produzione 2014, ivi includendo, oltre ai chilometri di servizio anche i tempi di trasferimento da passeggero pre o post turno di servizio, fermo restando che 10 dei 24 minuti saranno oggetto di monetizzazione al personale viaggiante urbano presente in guida ivi compreso il personale a tempo determinato;
  • abolizione della durata massima di una ripresa per i turni semi-unici e spezzati (oggi 4 ore e 20) fino al limite di legge;
  • estensione da 60 minuti a 90 minuti dell’intervallo massimo tra le riprese dei turni semi-unici;
  • ferma restando la trasformazione del tempo di agente unico in tempo lavorato, nella formazione dei turni di lavoro del Servizio Urbano, per la durata del presente accordo, verranno mantenute le seguenti garanzie:
  • quota minima pari a 80% di turni unici e semiunici
  • quota minima di turni unici pari al 30%
  • quota minima pari al 40% dei turni semiunici e spezzati con durata della ripresa inferiore o uguale a 4ore e 20 minuti
  • quota minima pari a 80% dei turni semiunici con intervallo fra le riprese minore o uguale a 60 minuti
  • mantenimento dei tempi di percorrenza del Servizio Urbano di Trento e Rovereto con impegno di verifica e/o modifica sulle linee che presenteranno criticità

– aumento sino a 10 minuti del tempo di “pre” con corrispondente decurtazione del tempo di “post” per il Servizio Urbano sia di Trento che di Rovereto;

– abrogazione della sola parte riguardante la “vendita titoli di viaggio a bordo presso i capolinea” nell’accordo 11.5.2001;

Sicurezza personale viaggiante

– introduzione sugli tutti gli autobus di telecamere anteriori e posteriori (che consentano la visione anche nelle ore notturne) e montaggio di telecamere interne sugli autobus urbani nei limiti di budget stanziati da PAT;

– impegno da parte della Provincia e di Tte per l’attuazione di provvedimenti pratici per l’assistenza al personale in caso di problemi riguardanti i rapporti con l’utenza;

– in caso di infortunio dovuto a degenerazione dei rapporti tra personale e utenza non verrà applicato quanto previsto dall’accordo di omogeneizzazione contrattuale 15 luglio 2008, punto b, rispetto alla decurtazione dalla produttività variabile.

Sinistrosità

La disciplina prevista dall’allegato 4) al Verbale d’incontro sottoscritto in sede nazionale in data 26 aprile 2013, in ordine al risarcimento dei danni, troverà applicazione nelle percentuali e modalità previste per i soli sinistri la cui causa deriva da dolo o colpa grave.

L’accordo del 26 aprile 2013 troverà applicazione nell’ambito delle pertinenze aziendali ad esclusione del personale addetto alla manutenzione.

Nei casi di danneggiamento/sinistro doloso o di omessa volontaria denuncia di sinistro, l’Azienda procederà secondo le norme di diritto comune applicando, se previsto, le relative sanzioni disciplinari.

  • verifica giuridica in ordine alla possibilità, entro i limiti di organico di avvalersi dei cosiddetti “patti generazionali”;

Servizio navette

Recepimento delle richieste proposte dal gruppo di lavoro/commissione tecnica del servizio urbano di Trento e Rovereto.

Mantenere le proporzioni di riposi e turni agevolati /anziani Trento/ Rovereto.

La presente ipotesi di accordo diverrà operativa quando sarà approvata definitivamente dopo aver ricevuto pieno mandato dai lavoratori, previo referendum fra il personale interessato. L’esito sarà comunicato entro il ………

Tutti i risparmi di scala messi in atto ad oggi dall’Azienda e quelli dalla data di sottoscrizione del presente accordo saranno oggetto di contrattazione di II° livello.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...