Proposta congiunta CGIL,CISL, UIL e Confindustria recante la procedura per l’accertamento dell’assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti.

Cari colleghi,
da tempo la questione relativa ai controlli sul posto di lavoro, in merito all’assunzione di alcol e di sostanze stupefacenti, è motivo di non facile gestione, anche a fronte di un’ampia e disallineata regolazione che, oltre a differenziare i due tipi di controlli, pur non essendoci i motivi, ha visto negli anni un protagonismo regionale sul livello normativo che non ha aiutato.

Bocciata, di recente, la proposta di nuovo testo regolativo presentata da parte del Ministero della Salute in sede di Commissione consultiva permanente, ritenendo urgente provvedere a ricondurre l’intera materia ad una procedura efficace e certa, si è lavorato congiuntamente ad un testo alternativo; in particolare, non riscontrando la possibilità concreta di poter intervenire con modifiche al testo proposto, considerando l’impianto generale non condivisibile.

Continua a leggere…